Riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, ecco un utile vademecum

L’ENEA ha pubblicato la versione aggiornata (al 4 ottobre 2017) del “Vademecum per l’uso: riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali”. La guida si riferisce: a interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo (detrazione fiscale del 70%); agli stessi interventi del punto precedente finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la qualità media di cui alle tabelle 3 e 4 dell’allegato 1 al decreto 26/06/2015 “Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico 26/06/2009 – “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”- “decreto linee guida” – (detrazione fiscale del 75%).

Possono usufruirne: coloro che sostengono le spese di riqualificazione energetica; gli aventi diritto sulle unità immobiliari costituenti l’edificio in regola con il pagamento dei tributi previsti; è possibile, per tutti i contribuenti, in luogo delle detrazioni, optare per la cessione del credito.

Le detrazioni sono calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 40.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.Sono ammesse le spese sostenute dal 1° gennaio 2017.

La guida: http://www.qualenergia.it/…/arti…/vademecum_parti_comuni.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *